La ristrutturazione

Un breve accenno vorremmo farlo sulla struttura della casa, in quanto è stata completamente ristrutturata con un recupero funzionale energetico, direttamente dal proprietario, l’architetto Massimo Dal Forno socio di Arkitet Studio con sede a Verona.

L’intervento, che è stato dichiarato dalla Regione Veneto realizzato secondo i criteri dell’edilizia sostenibile, in base alla L.R. 4/2007, è nato da un’attenta progettazione che, a fianco ad un mantenimento delle strutture esistenti ha affrontato la distribuzione degli spazi secondo i criteri della bioclimatica, che prevede l’esposizione dei locali interni, delle aperture e degli ombreggiamenti esterni al fine di ottimizzare il rapporto di protezione (estate) o sfruttamento (inverno) della radiazione solare, creando una  ventilazione interna con effetto camino, ottimizzata dall'ottima inerzia termica dell’involucro.

Contemporaneamente è stato affrontato il tema del risparmio energetico, massimizzando l’isolamento con un cappotto esterno, utilizzando un riscaldamento a bassa temperatura a pavimento e parete, installando sulla copertura tre pannelli solari termici che funzionano sia per l’acqua calda sanitaria che per il riscaldamento.

E’ stata inoltre installata, per la prima volta in Italia, una particolare caldaia dell'azienda tedesca Vaillant, la zeoTHERM, che sfruttando la zeolite (un particolare minerale che a contatto del vapore acqueo raggiunge gli 80°C), inserita all’interno di un sistema integrato composto da pannelli solari termici e da una pompa di calore a gas, raggiunge un rendimento pari al 135%, ben superiore a quello delle già ottime caldaie a condensazione.

I materiali utilizzati sono naturali con un basso impatto sull’ambiente e privo di emissione di VOC (Volatile Organic Compounds), infatti l’ampliamento è stato realizzato con pareti di legno ed il cappotto esterno è in legno e sughero. I serramenti sono in legno e sughero per coniugare l’eco compatibilità dei materiali con l’efficienza nell’isolamento energetico.
 
Le finiture interne sono state scelte con materiale rispettosi della salubrità dell’aria, con un pavimento in legno oliato in opera, con prodotti privi di solventi chimici, come pure gli arredi e le pitture murali sono finite con prodotti naturali.

L’edificio è dotato anche di un impianto di recupero delle acque meteoriche proveniente dalle coperture, le quali vengono utilizzate per l’irrigazione esterna e per l’acqua delle cassette dei wc.